I fiori per l’estate da seminare adesso

Seminare ora ci consente, con poche semplici operazioni, di ottenere piantine adatte al trapianto in primavera. Per realizzare aiuole multicolore a costo quasi zero.

Portulaca

Nel mese di febbraio si possono seminare in luogo riparato alcune piante che fioriranno durante la prossima estate come bocca di leone, impatiens e portulaca. L’ideale sarebbe utilizzare un semenzaio riscaldato oppure una piccola serra o una zona del giardino riparata con teli di tessuto non tessuto, l’importante è che la temperatura si mantenga di alcuni gradi sopra lo zero. Questo permette di anticipare notevolmente l’inizio della coltivazione e garantisce alla pianta maggiore protezione da vento e gelate tardive.

Bocca di leone

Antirrhinum majus è una pianta perenne generalmente coltivata come annuale appartenente alla famiglia delle Scrofulariaceae. Ha portamento cespuglioso e può crescere fino a un metro di altezza a seconda della varietà. Le varietà più piccole possono essere utilizzate per formare bordure e nel giardino roccioso; quelle più alte sono particolarmente indicate nelle aiuole anche per produrre fiori da taglio.

Impatiens

Chiamata comunemente “fiore di vetro”, è un’erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Balsaminacee. Possiede fusti e foglie succulente, di vari colori. Fiorisce dalla primavera a tutta l’estate. Particolarmente apprezzata è la varietà “New Guinea” di colore rosso scarlatto. Impatiens balsamina,chiamata comunemente “balsaminafiorisce da giugno a settembre produce fiori di colore rosa, che spuntano all’ascella delle foglie e possono essere utilizzati anche nelle in cucina nell’insalata. Cresce fino a 75 cm d’altezza. In commercio ne esistono diverse varietà che si differenziano per la colorazione dei fiori, che possono assumere tonalità bianche, cremisi e porpora.

Potulaca

Appartiene alla famiglia delle Portulacacee ed è una specie succulenta, con fusti rossastri, semiprostrati; cresce fino a 20 cm di altezza e 15 cm di larghezza. Da giugno a settembre produce fiori, semplici o doppi, a forma di coppa, con petali di colore variabile dal giallo al rosso al porpora, che si aprono in pieno sole e si richiudono al tramonto o all’ombra. In ottobre, la fioritura è seguita dalla comparsa di capsule. In commercio si trovano numerose varietà a fiori semplici, doppi e solitari di colore variabile dal bianco al giallo, dal rosa al rosso, dall’arancio al cremisi, al porpora.

Come si semina

Preparare una miscela costituita da terriccio universale alleggerito con sabbia e stenderla nel semenzaio pressando bene il terreno. Spargere i semi sopra al terreno umido, ma non bagnato, ricoprire con un sottile strato di terriccio. Coprire il semenzaio e mantenere umido con vaporizzazioni costanti. La germinazione avviene dopo circa un mese. Quando le piante hanno raggiunto un’altezza di 10 cm devono essere “cimate” staccando con le dita il germoglio apicale. Quest’operazione serve per dare alla pianta un portamento compatto e per favorire lo sviluppo di rami laterali. Quando le piante avranno raggiungo 15 cm rinvasare in un vaso di piccole dimensioni e annaffiare regolarmente. Mettere le piante a dimora quando saranno ben sviluppate.