I consigli per abbinare stili diversi

Un mix di moderno e tradizionale può funzionare perfettamente in un ambiente come il soggiorno, a patto di usare gusto e misura. Ecco i consigli del nostro architetto per un progetto di interior design in 3D.

Avete un mobile antico o di famiglia cui siete affezionati e volete inserirlo nel vostro soggiorno senza rinunciare a uno stile prettamente contemporaneo? La soluzione c’è, basta usare un po’ di misura nell’abbinare finiture e colori. Ecco il progetto di interior design di un soggiorno con cucina a vista, disegnato dall’architetto Donatella Ciriaco (www.studiodag.it), in cui la prevalenza del bianco per la maggior parte degli arredi permette di inserire alcuni arredi gusto classico con un risultato equilibrato e d’effetto

Per le pareti, si è optato per un effetto naturale materico, ottenuto con lo stucco decorativo spatolato nella nuance tortora. Composto da grassello di calce, marmi, terre naturali e minerali ha un effetto anticato che enfatizza le finiture dei mobili. Adatto per interni ed esterni è quindi un prodotto resistente ad acqua e umidità (Epoca Spatolato di Sandex). A pavimento è stato posato un rivestimento in gres fine porcellanato che riproduce fedelmente l’aspetto e le tonalità naturali del legno è perfetto per questo tipo di ambiente. Estremamente resistente ai graffi, all’umidità e agli agenti chimici, è facile da pulire e non si altera con il passare del tempo (Trevek di Marazzi).

Total white con finitura lucida e ante con gola per la cucina lineare e minimal che si abbina perfettamente alla composizione del soggiorno posta sulla parete opposta. La finitura lucida contribuisce a rendere l’ambiente più luminoso e inoltre fa apparire la stanza più ampia. Il dettaglio del rubinetto in stile, in finitura color rame, la rende particolare e insolita. Per valorizzare il tavolo in stile di legno, un modello attuale ma con linee classiche, sono state accostate sedie trasparenti che alleggeriscono l’effetto d’insieme; il volume e la forma dell’elemento classico si contrappongono alla leggerezza e alla praticità delle sedute, mettendo in evidenza la matericità dell’essenza (tavolo Atelier di Maison du Monde). Per la madia (Conghiglia di Lema), si predilige la scelta di un mobile dal look moderno, essenziale e compatta, che si distingue per la raffinatezza del piccolo elemento a giorno colorato. Sistemata vicino al tavolo classico crea un piacevole contrasto. 

Il divano con imbottitura morbida e avvolgente e struttura a vista in legno massello naturale ha rivestimento in pelle chiaro che conferisce personalità e uno stile ricercato, la struttura in legno richiama lo stile nordico. Il tavolino che affianca l’imbottito è anch’esso in stile, rigorosamente in una tinta che deve essere uguale o simile a quella delle altre essenze presenti nella stanza: importante infatti mantenere una certa uniformità nel toni delle essenze, per un risultato estetico armonioso.

Moduli indipendenti per la composizione della zona living, anche questa in finitura lucida e priva di maniglie, caratterizzata però da un modulo verticale in finitura essenza naturale che ne definisce la raffinatezza. Il lampadario trasparente, che reinterpreta le forme dei chandelier d’epoca, diffonde una luce diffusa con giochi di riflessi scaturiti dai cristalli pendenti; composto da sfere metalliche di gusto rétro, in finitura rame, dona all’ambiente un tocco prezioso (Austin di Made.com).

Gli oggetti d’arredo devono essere limitati e preferibilmente in finitura metallica lucida color rame o bronzo in modo da essere il trait d’union caratterizzante fra i vari stili presenti nella stanza. Niente quadri alle pareti per esaltarne la finitura e rendere la stanza armoniosa ed equilibrata. Le tende infine sono un elemento indispensabile per completare l’arredamento: arricciate e morbide, hanno doppio tendaggio (n telo neutro per schermare e un telo in tonalità tabacco o nuance simili per decorare), così da integrarsi perfettamente tra le tinte presenti nella stanza.

Clicca sulle immagini per vederle full screen