Home styling: consigli per trasformare la casa

L'home styling è una prima di tutto una passione. Per alcuni è anche un mestiere. Abbiamo chiesto a Paola Marella, notissima "maestra di stile", qualche consiglio per i nostri lettori che volessero trasformare la propria casa. Da dove partire e che cosa non perdere mai di vista?

Volete rinnovare casa ma non sapete da dove cominciare? L’home styling – da non confondere con l’home staging – offre mille suggerimenti per raggiungere l’obiettivo in modo gradevole e personale, valorizzando l’ambiente. Ma di che cosa si tratta esattamente? Conosciuto soprattutto all’estero, da qualche anno ormai diffuso anche in Italia, l’home styling viene insegnato anche in specifici corsi. La figura professionale dell’home stylist si occupa di interni “vestendoli” secondo la personalità e il gusto di chi deve abitarli. L’intervento può centrarsi sull’arredo in toto, su piccoli elementi come i complementi d’arredo, sulla modifica dei colori alle pareti oppure anche su interventi più consistenti, come la sostituzione dei rivestimenti. Abbiamo chiesto a uno dei più noti home stylist italiani, l’architetto Paola Marella, maestra di stile e mediatrice immobiliare, qualche consiglio “base” di home styling. Ecco che cosa ci ha raccontato.

1) Per cambiare volto a una casa bastano pochi interventi, ma c’è una regola che è bene rispettare per essere soddisfatti del risultato finale: quando modifichiamo una stanza, manteniamo ben vigile lo sguardo d’insieme. Solo così riusciremo a conferire armonia all’ambiente domestico.

2) Per dare una svecchiata alle stanze, iniziamo dalle pareti! Tra i colori che continueranno ad andare per la maggiore troviamo le tonalità del grigio, dell’ocra e del petrolio. Cosa ne dite di provare a vedere l’effetto che fanno in casa vostra? Ecco qualche consiglio più tecnico: prima di scegliere il colore, valutate la luminosità dell’ambiente. Se la casa è poco esposta alla luce, è meglio optare per colori chiari. E giochiamo con i contrasti: sulla parete dietro la testata del letto, per esempio, o su quella dietro alla libreria se vogliamo rinnovare il soggiorno.

3) Non occorrono drastici cambiamenti per dare nuovo tono a una casa. Per questo suggerisco spesso di considerare la possibilità di modificare la disposizione degli arredi: un gesto semplice ma che garantisce ottimi risultati e un forte effetto novità.

4) Chi ha detto che la luce è utile solo per illuminare? Proviamo a pensarla come a uno dei fattori che contribuiscono meglio ad arredare la casa e troviamo tante idee per rivestire le nostre stanze di nuova, bellissima, luce.

5) Parliamo dei bagni: mai considerarli come stanze di serie B. Proviamo invece ad arredarli usando soluzioni inusuali, come una scala da appoggiare a una parete, magari da riempire di profumi, e poi arricchiamo l’ambiente con foto, specchi, libri. Per le pareti, il consiglio è di osare, perché no, con una carta da parati adatta a resistere in ambienti umidi.

6) Anche il terrazzo merita un po’ della nostra attenzione. Invece di usarlo come una sorta di ripostiglio, proviamo a renderlo confortevole – ove possibile – con tavolino, sedie e cuscini. Qualche aromatica, molto utile anche in cucina, darà il tocco finale e vi farà venire voglia di sfruttare questo spazio all’aperto per godervi gli ultimi tepori.

7) L’autunno è un po’ il periodo dei buoni propositi. Un consiglio: svuotiamo! Vecchi soprammobili e complementi d’arredo che non ci piacciono più come una volta, servizi di piatti che giacciono inutilizzati da anni, per non parlare di tutto quello che comprimiamo nei ripostigli… svuotiamo i cassetti, doniamo quello che non ci serve o non rispecchia più i nostri gusti, facciamo spazio. La cosiddetta arte del Decluttering alleggerisce la casa e la mente, provare per credere! Inoltre – conclude Paola Marella – regalare rimette in circolo energia.

Immagini tratte dal sito www.paolamarella.it

Immagini tratte dal sito www.paolamarella.it