Fuorisalone 2017: Brera Design District, oltre 150 eventi

Cortili, showroom, appartamenti e chiostri si aprono per dare spazio alla creatività ispirata dal tema dell’ottava edizione del Brera Design District: il gioco.

Progettare è un gioco, giocare un progetto: questo il tema, firmato Munari, per l’edizione 2017 del Brera Design District, zona che si estende dalla nuova area di Porta Nuova-Gae Aulenti a via Broletto, da via Legnano fino a via Montenapoleone, seguendo i confini definiti dal DUC Brera (Distretti Urbani del Commercio).

Il tema rimanda direttamente all’immaginario di Munari e al suo approccio progettuale ed è interpretandolo che il Brera Design District ha elaborato un decalogo applicabile al contesto della progettazione, spaziando fra comunicazione, servizi, prodotto e marketing.

Dieci cose che si imparano giocando e progettando:

  • 1. Ogni volta che fallisci, migliori.
  • 2. Obiettivi chiari e risultati immediatamente visibili giustificano la fatica.
  • 3. Simulare è meglio che raccontare.
  • 4. Anche il più geniale sistema di gioco viene confermato o smentito solo quando lo si usa.
  • 5. Giocando semplifichi la complessità.
  • 6. Più il gioco è astratto più il packaging è la chiave della vendita.
  • 7. Se giochi, impari.
  • 8. Anche la minima variazione di una regola potrebbe stravolgere il gioco.
  • 9. Ogni gioco ha un ciclo di vita; accettiamolo.
  • 10. Giocare è una libera scelta.

In questa prospettiva, il premio Lezioni di Design 2017 viene attribuito a Fabio Viola: stabilmente tra i TOP 10 gamification designer al mondo, coordina il corso di alta formazione in Gamification ed Engagement Design per IED Milano.

Ambasciatori della zona, Tony Chambers, editor-in-Chief di Wallpaper, l’architetto Michele de Lucchi e le designer Arianna Lelli Mami e Chiara Di Pinto di Studio Pepe.

Oltre alle proposte di aziende e progettisti, anche un ricco format culturale, un ampliamento trasversale dei servizi del quartiere e una App per testimoniare l’inventiva di Brera Design District.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

Le iniziative

The Visit

The Visit è un progetto di Arianna Lelli Mami e Chiara Di Pinto, creative director di Studiopepe, a cui hanno collaborato anche Matteo Artemisi e Sonia Pravato. Per raccontare l’esperienza della visita è stato scelto un appartamento milanese dei primi dell’Ottocento: un susseguirsi di stanze con ampie finestre, stucchi e parquet a spina di pesce. Lo scopo dei progettisti è stato di creare un’esperienza del bello attraverso stratificazioni stilistiche che raccontano storie, parlano di ricerca, di una certa atmosfera milanese, creativa e sofisticata. Le aziende partner selezionate sono molteplici e ognuna portatrice di eccellenza; gli arredi sono firmati da grandi come Gio Ponti rieditato da Molteni&C, Vittoriano Viganò con Astep, Jean Prouvè con Vitra, Angelo Mangiarotti con Agape Casa, Ettore Sottsass con Bitossi.

Brera Design Apartment, via Palermo 1 – 31 marzo – 10 maggio 2017 www.thevisit.it

Space&interiors

Un contributo fondamentale alla Milano Design Week nel distretto di Brera di quest’anno viene da space&interiors: superfici, pavimenti, porte e finiture d’interni saranno presentati in un innovativo allestimento a cura dello studio Migliore+Servetto Architects. Grazie a un’area lounge interamente dedicata agli Archicocktails, dove varie personalità del mondo del design e dell’architettura dialogheranno con i visitatori sui trend della progettazione e della realizzazione, e alla mostra Absolute lightness che approfondirà il tema della leggerezza in architettura, space&interiors si conferma come uno degli eventi più dinamici della settimana del design milanese.

The Mall Porta Nuova, piazza Lina Bo Bardi – 4-8 aprile

HomeAway – Official Accommodation Partner

HomeAway ha scelto di essere Official Accommodation Partner di Brera Design District perché condivide con la manifestazione lo stesso spirito di innovazione e internazionalità, ha saputo ridefinire il concetto di sharing economy nell’ospitalità e si presenta ad un pubblico esigente e preparato come quello della Milano Design Week per testimoniare l’impegno profuso in questo senso. In occasione del Fuorisalone, HomeAway sarà quindi protagonista offrendo un’ospitalità di qualità, ma diversa da quella tradizionale. Chi sceglie una casa su HomeAway.it infatti, ha sempre la garanzia di disporre di una casa intera, non condivisa con estranei.

www.homeaway.it

Spaces, la business community di Brera
Spaces, azienda nata ad Amsterdam e pioniera nella creazione di ambienti di lavoro creativi, ha scelto il distretto di Brera come location per creare la sua business community di Milano. Gli spazi della nuova sede di Bastioni di Porta Nuova 21 apriranno il 4 aprile 2017, offrendo a creativi e professionisti un importante spazio di oltre 5.000 mq costruito intorno al concetto di community e networking. Spaces è un ambiente di lavoro creativo con un ethos imprenditoriale unico. Le sue aree di lavoro offrono un ambiente stimolante progettato per integrare ogni stile di lavoro, incoraggiando la crescita di reti e lo sviluppo personale e professionale. La location risponde alle diverse esigenze lavorative che vanno dall’accesso al business club, passando per coworking, sale conferenze fino ad aree dedicate ad uffici di design.

Spaces, Bastioni di Porta Nuova 21; www.spaceworks.com

|Gea*| L’agricoltura è ambiente, territori e persone, in equilibrio
L’installazione, ispirata al principio della Marble Machine e progettata da dotdotdot in collaborazione con Opendot, promuove in modo dinamico e interattivo i valori di Alce Nero.
Il meccanismo su cui si fonda l’installazione viene innescato dal visitatore stesso per mezzo di un seme che dà il via al processo: attraverso una serie di percorsi e ingranaggi verranno coinvolti cielo, terra e paesaggio, generando un messaggio che torna all’utente e parla della straordinaria opportunità di riscoprire uno stile di vita in equilibrio con la Terra. Gea sarà esposta sul palco di Eataly Smeraldo, a Milano, per tutto il tempo del Fuorisalone, e liberamente accessibile a tutti i visitatori.

Eataly Smeraldo, Piazza XXV Aprile 10.

Swiss Krono AG invade il Fuorisalone con i suoi SwissRex
Swiss Krono AG, azienda svizzera leader nel settore del pannello nobilitato, laminato e pavimenti, partecipa per la prima volta al Fuorisalone di Milano. Tre installazioni fortemente volute per consolidare l’impegno dell’azienda elvetica sul mercato italiano e presentare al pubblico le qualità del proprio prodotto di punta: lo Swiss CDF rappresenta il punto più alto dell’evoluzione del pannello decorativo ridefinisce il nuovo standard di qualità. La presenza al Fuorisalone sarà di grande impatto: T-Rex in scala naturale, completamente costruiti in Swiss CDF, invaderanno la città. La realizzazione dei SwissRex è opera dello studio Caberlon Caroppi Architetti Associati.

Distretto di Brera; 4-9 aprile; www.swisskrono.com

Aldo Rossi e Milano 1955-1995

Un’antologia dei progetti immaginati, disegnati e realizzati a Milano racconta il rapporto di Aldo Rossi con la sua città. La Fondazione e l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano, in occasione del Salone del Mobile 2017, ospitano presso la propria sede una mostra dedicata alla figura di Aldo Rossi e al suo rapporto con Milano. La mostra presenta per la prima volta una selezione dei progetti realizzati da Aldo Rossi a Milano insieme agli scritti, ai documenti e alle fotografie che testimoniano il legame dell’architetto con la sua città. L’esposizione propone alcuni nuclei cronologico-tematici sviluppati con materiali diversi, dai disegni alle fotografie, dagli scritti ai modelli di studio. Il percorso espositivo raccoglie materiali d’archivio che abbracciano 40 anni di carriera, dagli anni ’50 agli anni ’90.

Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano, via Solferino 19.

Gaetano Pesce, Frammenti

Maestà Tradita Gaetano Pesce, insieme al centro anti-violenza Artemisia Onlus con il supporto di Gobetto Resine e Robertaebasta, propone l’installazione di un grande monumento alla donna, che imponga la riflessione sull’abnegazione subita dalla gran parte della popolazione mondiale femminile ancora oggi.
UP 5 e UP 6, icone del design mondiale create da Pesce nel 1969, sono riconosciute come i primi oggetti industriali portatori di un esplicito messaggio politico: l’UP 5 ispirata alle forme archetipe delle veneri paleolitiche è simbolo ancestrale di femminilità, costretta come da una palla al piede alla schiavitù. L’UP 6 è una raffigurazione del pregiudizio maschile, delle sue insicurezze e della sua prevaricazione. A distanza di quasi 50 anni, Gaetano Pesce propone una nuova riflessione sul tema: «La mia UP Gigante simboleggia l’attualità di questo messaggio; fuori misura perché più forte sia il messaggio e ricoperta di vestiti di donne provenienti da ogni angolo della terra, perché esso è valido ovunque. Insieme alla mia UP Gigante, ho realizzato un progetto pensato molto tempo fa: le UP Galeotte, perché se la UP 5 rappresenta la femminilità il suo vestito come i carcerati di un tempo rafforza il messaggio di denuncia della sua schiavitù».

Via Brera – Via Fiori Chiari.

Lo scrigno del cielo, L’architettura in una finestra
Progetto di Gambardellarchitetti con Cherubino Gambardella, Simona Ottieri Una torre cava, alta sette metri e mezzo, si erge davanti alla statua di Francesco Hayez in Piazzetta Brera. Le pareti esterne sono composte da una miriade di profili di legno e metallo diversi per colore, per foggia, per struttura: sono ambasciatori dei molti diversi stili di composizione dei serramenti. Una piccola e imponente architettura, lucida e opaca; un enigma su cui si aprono tre piccole finestre poste all’altezza dello sguardo di un uomo, di una donna e di un bambino. Le aperture inquadrano in basso uno specchio, posto all’interno della torre. In questo sguardo si nasconde il messaggio del monumento che Capoferri ha voluto dedicare all’arte di creare serramenti. Lo sguardo trova nello specchio i colori del cielo di Milano: i bagliori, le nubi, i riflessi diurni e notturni. Gambardella Architetti ha raccontato in un’opera la cultura millenaria del rapporto tra edificio e finestra, tra interno ed esterno, tra soglia e attraversamento.

Piazzetta Brera; 4-9 aprile

 

Poesie di Neon, un’installazione Luminosa di Luca Trazzi
Uno sguardo illuminato, contemporaneo e reverente che, tra passato e futuro, mette in scena scritture di luce, metafore e segni urbani nel viaggio del tempo e dello spazio. Ospiti nel colonnato di Palazzo Anguissola e nel Giardino di Alessandro, casa del Manzoni, preziosi scrigni della nostra memoria e delle parole eterne.
Le installazioni luminose di Luca Trazzi realizzate con tubi di neon, sono disegnate in un gioco di vuoti e pieni, colori, luci ed ombre, citazioni di forme e promesse, dedica allegorica di un amore perduto, rimandano il pensiero dello spettatore all’altro storico simbolo cittadino, la facciata di Palazzo Carminati in Piazza del Duomo.

Gallerie D’italia, ingresso da via Manzoni 10; ore 19.30 – 23.30

Intersezioni – Liceo Parini

In un’ottica di inclusione e nello specifico di espansione del distretto del design di Brera, una nuova location apre i battenti al mondo del design e dell’architettura. Stiamo parlando dello storico Liceo Parini di Milano, contenitore e promotore di cultura per le nuove generazioni, il liceo posizionato al crocevia di importanti vie del design: San Marco, Solferino, Pontaccio. Il progetto Intersezioni prenderà forma negli spazi antistanti via San Marco, su una superficie complessiva di oltre 1.000 mq, il concept formulato dallo studio di design Lorenzo Longo De-Signum vedrà la collaborazione della garden designer Barbara Negretti. Il fil-rouge che condurrà i visitatori alla scoperta degli spazi, sarà quello di un allestimento dove trovare esempi concreti di applicazione di materiali e arredi per esterni. Lo scopo dell’evento ha anche un contenuto sociale, le aziende con il proprio contributo faranno fronte alle esigenze scolastiche attraverso la cessione di materiali e arredi che andranno ad integrarsi nel contesto architettonico del liceo.

Liceo Parini, ingresso da via San Marco 2/3 – via Goito, 4.

#10 Pianos Street
Brera Design District, in collaborazione con Eataly, promuove l’installazione-concerto #10 Pianos Street, una suite per dieci pianoforti composta da Yae, il 9 aprile presso piazza XXV aprile davanti a Eataly Smeraldo. Tutti i pianoforti, elaborati da street artists tra i quali Acme 107, Fungo, Zoow24 ed altri, sono in vendita al miglior offerente e il ricavato sarà devoluto a un’associazione benefica. Le performances sono affidate all’ensemble pianistico della Scuola di musica Antonia Pozzi costituito dalle pianiste Marta Caracci, Carmen Dattilo, Vittoria Faggiani, Silvia Giliberto, Satomi Hotta, Margherita Paolazzi, Ginevra Papa Portalupi, Lorena Portalupi, e dal pianista Francesco Villa. I pianoforti sono rinvenuti e ricondizionati con grande cura da Anna Bosoni. #10 Pianos Street partecipa al Fuorisalone perché è un’opera a km 0 che coinvolge allievi, insegnanti, musicisti, artisti e artigiani del territorio e utilizza linguaggi cosmopoliti senza rinunciare a una forte caratterizzazione territoriale.

Fronte Eataly Smeraldo, Piazza XXV Aprile; 9 aprile, ore 11.00 – 21.00

Mindcraft 2017

Il meglio del design e dell’artigianato danese a MINDCRAFT17, mostra curata da Henrik Vibskov, designer, stilista e musicista danese di fama internazionale. Il filo conduttore dell’edizione di quest’anno è il tempo, tema strettamente legato alla location storica che ospita la mostra: la Basilica di San Simpliciano. Il tempo ha infatti guidato i 18 designer danesi coinvolti nel progetto che, con le loro opere e installazioni, rappresenteranno un momento specifico della giornata mostrando i rituali giornalieri e l’influenza del tempo nel processo creativo.

Chiostro Minore di San Simpliciano, piazza San Simpliciano 7. Opening 4 aprile, 18.00–23.00. www.mindcraftexhibition.com

Artwalks, Brera Design District diventa una cartolina

Camminando per Brera Design District durante il Fuorisalone 2017, l’app Artwalks consente di creare cartoline personalizzate da inviare e condividere sui canali social in tempo reale con le persone più care. Saranno a disposizione per gli utenti contenuti artistici realizzati appositamente per interpretare, leggere, restituire l’esperienza di Brera Design District, contenuti che si possono associare come si desidera seguendo il flusso dell’esperienza, dell’intuizione individuale e diventando co-autore della cartolina finale. Sarà necessario visitare almeno 3 show-room/eventi segnalati per sbloccare la fase successiva: visitando il primo punto il trofeo conquistato darà la possibilità di scegliere il fronte della cartolina tra le tante immagini proposte; nel secondo si potrà scegliere il testo tra i numerosi brani proposti; al terzo, infine, la parte più personale; la cartolina verrà affrancata con un selfie, dedicata al destinatario e condivisa sui social. Artwalks è un progetto di Sineglossa Creative Ground.

www.artwalks.it

Brera Temporary Restaurant al bistrot Giovanni Cova & C.

Il Bistrot Giovanni Cova & C. dal 2015 meta preferita dai milanesi per una pausa pranzo all’insegna del gusto si apre anche quest’anno ai visitatori e ospiti della più importante kermesse mondiale sul design con una veste speciale, quella del Brera Temporary Restaurant. Il locale di via Cusani, 10 rimarrà aperto tutte le sere fino alle ore 24.00 con menù studiato dallo Chef Giuseppe Greco. Il ristorante sarà in grado di ospitare sino ad un massimo di 80 persone sui 3 livelli disponibili.

Giovanni Cova&C, via Cusani 10.

Rigo Tondo presenta Kids Corner Brera
Continua il progetto con l’asilo nido Rigo Tondo che per il Fuorisalone 2017 ripresenta Kids Corner Brera, il servizio che propone un ventaglio di laboratori e animazioni per bambini a cui quest’anno si aggiunge l’interessante partnership con Hasbro, azienda leader nel creare la migliore esperienza di gioco al mondo grazie a una serie di giocattoli e giochi in scatola, dalla pasta da modellare Play-Doh al Monopoly, dedicati ai bambini e alle famiglie. In virtù di questo ricco ventaglio fatto di divertimento, Rigo Tondo e Hasbro propongono la realizzazione di angoli tematici dedicati ai più piccoli per arricchire i momenti di intrattenimento che, insieme alle proposte di entusiasmanti laboratori creativi, rendono Kids Corner Brera una realtà imperdibile durante il weekend 8/9 aprile.

Rigo Tondo Asilo Nido, Foro Bonaparte 20.

Panasonic – Electronics Meets Crafts

Panasonic Corporation sarà ospite del Fuorisalone 2017 con Electronics Meets Crafts in programma presso gli spazi dell’Accademia di Belle Arti di Brera. L’installazione punta a ricreare la fascinazione esercitata dalla dimensione spaziale attraverso un’alta concezione estetica di derivazione nipponica: la migliore tecnologia audio-video Panasonic, con proiettori laser, dispositivi di illuminazione, altoparlanti e diffusori, darà vita a uno spazio multisensoriale destinato a sbalordire i visitatori, stimolandone tutti e cinque i sensi, dalla vista, al tatto, all’udito, per una percezione totalizzante delle sensazioni. L’opera è volta promuovere la visione Future Craft di Panasonic: secondo questa filosofia il rispetto per l’uomo e l’ambiente sono la base imprescindibile dalla quale partire per sviluppare prodotti che, grazie anche a un design innovativo e visionario, alla massima cura dei dettagli e a una sofisticata maestria nella costruzione dei prodotti, contribuiscano alla creazione di un futuro migliore per tutto il pianeta.

Accademia di Belle Arti di Brera, via Brera 28. www.panasonic.com

Lago – Never Stop Kindness

Le porte di Casa Lago si aprono a Never Stop Living Kindness e ospitano i rituali di gentilezza, trasformandoli in piccoli gesti quotidiani che accolgono il visitatore in un’atmosfera home-feeling, calda e famigliare. Never stop living kindness è frutto della collaborazione tra Lago Design e Politecnico di Milano a partire da un tema profondo e apparentemente fuori moda: la gentilezza. Questa tematica, complessa nella propria semplicità, multiforme, ardua da definire e oggi quanto mai contemporanea, diviene spunto per una riflessione progettuale interdisciplinare da parte degli studenti e dei docenti della Scuola del Design. Gli esiti si svelano attraverso gesti gentili, quasi performativi, coinvolgendo il pubblico con installazioni multimediali, rituali conviviali e prodotti interattivi messi in scena nelle due location in Appartamento Lago.

Casa Lago Milano, Via San Tomaso 6. Appartamento Lago Milano, via Brera 30. www.lago.it

Cassina – Fondazione GianGiacomo Feltrinelli

Alla Fondazione Feltrinelli doppio appuntamento per Cassina 9.0: l’installazione dell’art director Patricia Urquiola per il Novantesimo e la presentazione del libro This will Be the Place, un volume per esplorare come gli interni evolveranno nel futuro e che comprende anche lo studio commissionato dall’azienda e dedicato alla ricerca costante di Konstantin Grcic sull’uso dell’arredamento in un contesto architettonico.

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, viale Pasubio 5. 5-8 aprile 10-23. www.cassina.it

Valcucine – Vitrum grafico

In occasione del Fuorisalone 2017, Valcucine festeggia 30 anni di vetro in cucina. Per festeggiare l’anniversario, lo showroom di Brera sarà rinnovato con un’installazione dedicata al tema del vetro dal forte valore scenografico, dove tradizione e innovazione si incontrano in uno spazio di nuova convivialità. Nucleo del progetto, Vitrum Grafico, speciale tecnologia di stampa digitale su vetro. Otto le tipologie di texture ideate e 64 varianti sviluppate dall’azienda, tutte ispirate al mondo della natura, in linea con la filosofia del marchio. Vitrum Grafico aumenta le possibilità di personalizzazione e contribuisce a rendere unica la cucina.

Showroom Valcucine Milano Brera, Corso Garibaldi 99. www.valcucine.com

Lualdi – Portraits

Lualdi presenta Portraits: i volti del progetto, una mostra che presenta uno spaccato inedito dell’architettura contemporanea attraverso i ritratti dei suoi protagonisti. Fotografati da Filippo Avandero, in mostra gli architetti Carla Baratella, Marco Casamonti, Massimiliano e Doriana Fuksas, Francesco Librizzi, Park Associati, Piuarch, Marco Piva, Massimo Roj, Benedetta Tagliabue, Vincent Van Duysen, Cino Zucchi.

Showroom Lualdi, Foro Bonaparte 74. Opening 7 aprile, 18.30- 22. www.lualdiporte.com

Society Limonta – Bright&Dark

Una casa vestita da Society Limonta home collection viene presentata attraverso l’installazione tessile Bright & Dark. Nella filosofia cromatica del marchio tessile Made in Italy, i due classici estremi, i non colori per eccellenza, sono soggetti a sfumature, chiaroscuri, desaturazione. Il nero non è assoluto, ma si declina nell’antracite, un colore ‘ombra’ pulito, elegante, silenzioso, così come il bianco, nel suo evidente e totale riverbero della luce, prende vita su lino, lana o cotone con sfumature lievemente differenti. Due set, due case, una total Bright e una total Dark, vivono l’una accanto all’altra.

Society Limonta, via Palermo 1. www.societylimonta.com

Eligo – Pigmenti

Il brand italiano famoso per la sua capacità di selezionare, attualizzare e far rivivere gli archetipi della storia del design si presenta al Salone del Mobile con il primo progetto interamente disegnato. Lo showroom di Brera, inaugurato lo scorso luglio, ripartirà dall’incipt del brand: la Chiavarina, reinterpretandola nella forma e nei colori. All’interno dello spazio si darà vita a Pigmenti: un allestimento minimalista che lavora sulla percezione della luce e dello spazio è la scenografia contemporanea che sigla la partnership tra Eligo e l’azienda illuminotecnica francese Sammode, trasformando gli spazi dello showroom di Brera. Eligo continua poi la collaborazione con Creative Academy con una mostra, Talenti naturali, frutto del lavoro sul legno fatto con gli studenti, presentato presso il Museo Poldi Pezzoli.

Eligo, via Palermo 8. Http://eligo.it

Golran – Lake

Dopo aver inaugurato nel cuore di Brera lo scorso autunno il primo flagship e continuando la sua ricerca espressiva nel tappeto contemporaneo, Golran affronta il Salone con un doppio progetto. Da una parte inaugura una collaborazione di grande calibro come quella con l’architetto Piero Lissoni, che sarà presente sia in fiera che nel flagship; dall’altra presenta, sempre all’interno del flagship, una nuova versione, floreale, della collezione lenticolare Lake disegnata dal duo Raw Edges e premiata nel 2015 con il Wallpaper* Design Award.

Golran, via Pontaccio 8. www.golran.com

Giardini Benatti – Lost in Time and Place

Lost in time and place: un oggetto senza tempo è l’installazione che Roberto Benatti , garden designer e titolare di Giardini Benatti realizzerà nel cortile di Casa Formentini, uno dei più importanti complessi storico artistici del quartiere Brera a Milano. Qui, il visitatore potrà sperimentare l’incontro con un giardino sospeso. Non un giardino pensile, ma un giardino sospeso sopra il visitatore, che potrà godere della seduta e dell’incanto di una poesia, in un incontro tra botanica ed architettura. Ad arricchire lo spazio ci sarà anche una mostra con le fotografie di Dario Fusaro.

Casa Formentini, incrocio fra via Madonnina e via San Carpoforo. www.giardinibenatti.net

CEA – Steelandia

Steelandia è un vero e proprio elogio all’acciaio, che nello spazio milanese di CEA assume le sembianze di un paesaggio fantastico. Una fitta architettura di verghe d’acciaio che, esaltandone la forza e il respiro, mette in scena l’anatomia di un materiale da sempre elemento cardine del modo di fare e pensare dell’azienda. La prospettiva si apre su un sottile e magico canneto, che quasi impalpabile si erge in un gioco di luce e di specchi. Un’inedita installazione che lentamente induce lo sguardo verso un armonioso percorso sensoriale svelando l’acciaio nella sua essenza più pura. Strumento strategico al servizio di eccellenze produttive e tecnologiche, catalizzatore per nuovi sviluppi produttivi, Steelandia rappresenta per CEA la sua visione di sostenibilità, scoprendo la sostenibilità dell’acciaio.

CEA, via Brera 9. www.ceadesign.it

Fritz Hansen – Hotel Fritz

Il sistema modulare di sedute Lune di Jaime Hayon verrà presentato in una spettacolare installazione creata appositamente per l’evento: il salone dell’Hotel Fritz, un immaginario hotel in stile liberty di Miami realizzato da Jaime Hayon nel cuore del Brera. Fritz Hansen accoglierà in questo magico luogo, in cui il calore dei tropici incontra il freddo e minimalista stile nordico per celebrare la lunga partnership fra il designer spagnolo e Republic of Fritz Hansen. Come sostenitore del recentemente rinnovato Louisiana Museum of Modern Art, Republic of Fritz Hansen realizzerà una video installazione esclusiva con la collezione permanente del più noto museo d’arte contemporanea di Copenaghen.

Fritz Hansen, Via San Carpoforo 9. Opening 7 aprile, 10-20. www.fritzhansen.com

Febal – Chef in cucina

All’interno del flagship store Febal, due appuntamenti con chef eccellenti: il 5 aprile Alessandro Borghese, con la complicità degli elettrodomestici Neko, realizzerà ricette che riflettono la cucina come un “atto d’amore”. Il 7 aprile un appuntamento all’insegna della passione per la cucina, che vedrà lo chef Bruno Barbieri, di Masterchef, protagonista di uno storytelling, durante il quale svelerà i trucchi del mestiere e illustrerà la perfezione tecnologica e le prestazioni professionali dei prodotti Franke. Nel corso dell’evento, lo chef inviterà i presenti a sfidarsi in prove di impiattamento creativo, interpretando un tema da lui stabilito.

Febal Casa, via Fatebenefratelli 18. www.febalcasa.com

 
La notte bianca il 7 aprile nel Brera Design District

La notte bianca del quartiere, la Brera Design Night, si svolge venerdì 7 aprile con l’apertura prolungata degli showroom e una serie di eventi speciali che animeranno il distretto. www.breradesigndistrict.it

 

 
Aperture straordinarie
  • 100×100 Group – Via Palermo, 1;
  • 120%Lino – Corso Garibaldi ang. Via Marsala, 13 – Via Pontaccio 19;
  • Abimis – Via Pontaccio, 19;
  • Aesop – Piazza del Carmine, 1;
  • Agape12 – Via Statuto, 12;
  • Amleto Missaglia – Via Verdi, 6;
  • Boffi – Via Solferino, 11;
  • Cappellini – Bastioni di Porta Nuova, 9;
  • Ceadesign – Via Brera, 9;
  • Cedit – Foro Buonaparte, 14;
  • Ceramica Cielo – Via Pontaccio, 6;
  • Cristina Rubinetterie – Via Pontaccio, 8;
  • Dieffebi – Via Milazzo, 8;
  • Diptyque – Via Brera, 23;
  • Dome Milano Interior – Via San Marco, 1;
  • Eligo – Via Palermo, 8;
  • Elite – Via Formentini 14;
  • Etro Home – Via Pontaccio, 17 ang Vicolo Fiori;
  • Florim – Foro Buonaparte, 14/N1;
  • Foscarini – Via Pontaccio, 18 – Via Fiori Chiari, 28;
  • Golran – Via Pontaccio, 8/10;
  • Ka International – Via dell’Orso, 1;
  • Kartell by LAUFEN – Via Pontaccio, 10;
  • Kasthall – Piazza Paolo VI;
  • Appartamento Lago – Via Brera, 30;
  • Casa Lago – Via San Tomaso, 6;
  • Lanieri – Via Palermo, 8;
  • Londonart – Via Palermo, 19;
  • Macrolux – Corso Garibaldi, 35;
  • Magis – Corso Garibaldi, 77;
  • MeetLab – Via del Carmine, 9;
  • Mario Luca Giusti – Corso Garibaldi, 12;
  • Mirage – Via Marsala, 7;
  • Misani/MDF Italia – Via Ponte Vetero, 22;
  • Molteni&C Dada – Via Solferino angolo Via Pontaccio;
  • Newform – Via Fiori Oscuri, 3;
  • Novamobili – Via Gioia, 8;
  • Olivieri – Largo Treves, 2;
  • Recor è Cucine – Via Pontaccio, 3;
  • Refin – Via Melone, 2; Reflex – Via Madonnina, 17;
  • Rubelli – Via Fatebenefratelli, 9; Slow Wood – Foro Buonaparte, 44/A;
  • Society – Via Palermo, 1;
  • Staygreen – Via Pontaccio, 19;
  • Tecno – Piazza XXV Aprile;
  • Trasparenze – Via Palermo, 5;
  • Urbanlife – Corso Garibaldi, 49;
  • Valcucine – Corso Garibaldi, 99;
  • Veneta Cucine – Foro Buonaparte angolo Via Quintino Sella;
  • Vescom – Foro Buonaparte, 50;
  • Vitrum – Viale Pasubio, 6;
  • Wall&Decò – Via Solera Mantegazza, 7;
  • Zimmer & Rohde – Via Fatebenefratelli, 13.

 

 
La mappa di Brera Design Disrict disegnata da Stefano Marra, giovane graphic designer e illustratore.

La mappa di Brera Design Disrict disegnata da Stefano Marra, giovane graphic designer e illustratore.

L’illustrazione pensata da Stefano Marra per la zona di Viale Pasubio.

L’illustrazione pensata da Stefano Marra per la zona di Viale Pasubio.

Fabio Viola, vincitore del premio Lezioni di Design 2017.

Fabio Viola, vincitore del premio Lezioni di Design 2017.

L’installazione di Panasonic presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera.

L’installazione di Panasonic presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera.

Il progetto di Fritz Hansen per un immaginario hotel in stile Liberty.

Il progetto di Fritz Hansen per un immaginario hotel in stile Liberty.

Un dettaglio del Brera Design District.

Un dettaglio del Brera Design District.