Coltivare le erbe aromatiche nell’orto

Adesso possono essere messe nell’orto le erbe aromatiche più comuni. Chi vuole seminare deve procedere con basilico, origano e prezzemolo. Chi preferisce trapiantare, deve acquistare vasetti di rosmarino, timo ed erba cipollina.

Per chi ama le erbe aromatiche, adesso è il momento di acquistare le piantine da trapiantare oppure le bustine di sementi. Tutte si possono mettere a dimora in questo periodo in posizione soleggiata. Solo il prezzemolo preferisce l’ombra.

Da trapiantare

Presso vivaisti e garden center, adesso è possibile acquistare diverse piantine di aromatiche già sviluppate da trapiantare nell’orto o in un’aiuola dedicata. In particolare è utile avere nell’orto: rosmarino (Rosmarinus officinalis), timo (Thymus vulgaris) ed erba cipollina (Allium schoenoprasum).
Il rosmarino è una pianta perenne che raggiunge anche i 150 cm, dal portamento inizialmente eretto e poi ricadente. Si acquista in vasetto, alto già 15 – 20 cm e si mette a dimora in vaso o in piena terra in posizione soleggiata, in terreno mediamente fertile. Oltre alla specie classica, dai fiorellini blu, ne esistono varietà a fiori bianchi, a portamento eretto o prostrato.
Il timo è una pianta perenne di piccole dimensioni che non supera i 50 cm di altezza ed è costituito da numerosi fusti verticali che tendono a lignificare dopo qualche anno.
L’erba cipollina è un’erbacea perenne bulbosa, le foglie sono verdi, strette e cave; raggiunge un’altezza di circa 25 cm, l’aroma delle foglie assomiglia a quello della cipolla.

Da seminare

Chi preferisce seminare deve prima preparare il terreno. Si tratta di eliminare le erbe infestanti o altro materiale (sassi, pietre, plastica) e di rastrellare per sminuzzare le zolle più grosse. Una volta eseguita la semina, coprite i semi con un leggero strato di terriccio e pressatelo leggermente. Mantenere il terreno umido fino alla germinazione dei semi.
Il basilico deve essere seminato in una posizione riparata da vento e pioggia. I semi vanno posti in piccoli solchi a pochi millimetri di profondità (4-5 mm). Le piantine quando hanno raggiungono circa 5-8 cm di altezza devono essere diradate e poste a una distanza di circa 30 cm l’una dall’altra. Irrigate regolarmente senza bagnare le foglie e prestare attenzione a non creare ristagni idrici. Le infiorescenze che si formano durante il ciclo vegetativo devono essere eliminate per favorire lo sviluppo delle foglie.
L’origano deve essere seminato in posizione soleggiata. Per una buona riuscita di coltivazione, seminare su un terreno leggero, fertile, aerato, piuttosto secco e con un ottimo drenaggio. Per avere piante sane è indispensabile rispettare le distanze d’impianto: seminare su file separate 60 cm fra loro e 40 cm sulla fila. I semi germinano in circa quaranta giorni. Annaffiare solo quando il terreno è completamente asciutto, non dall’alto per evitare di bagnare le foglie e causare danni da scottature per i raggi solari. Una volta cresciuto, l’origano si presenta come una pianta cespugliosa, alta circa 50 cm, con rami pieni di foglioline aromatiche, sulla cima dei rami, si sviluppano i fiori.
    Il prezzemolo è una pianta biennale coltivata come annuale. Può avere foglia riccia oppure piatta. I semi germinano in 10 – 25 giorni, secondo il clima; per accelerare il processo di germinazione tenerli a bagno in acqua tiepida per una notte prima di seminarli. Scegliere un terriccio leggero, sabbioso e con un buon drenaggio in una zona soleggiata o parzialmente soleggiata; il prezzemolo tollera anche l’ombra. Distribuire i semi in file distanziate 20 cm l’una dall’altra e a 5 cm sulla fila. Quando le piantine saranno cresciute diradarle in modo da garantire una distanza di 20 – 25 cm fra le piante.

1. Il basilico, l’origano e il prezzemolo si seminano sulla fila.

1. Il basilico, l’origano e il prezzemolo si seminano sulla fila.

2. Le piantine quando hanno raggiunto 5 – 8 cm vanno diradate.

2. Le piantine quando hanno raggiunto 5 – 8 cm vanno diradate.