Agevolazioni fiscali mobili: la guida dell’Agenzia delle Entrate

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate è online la miniguida sul cosiddetto "Bonus mobili ed elettrodomestici".

Agevolazioni fiscali mobili: la guida dell’Agenzia delle Entrate


Bonus mobili ed elettrodomestici. L’Agenzia delle Entrate, dopo aver messo a disposizione dei contribuenti le guide sulle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie, mette online anche la guida per fornire tutti i chiarimenti su chi ha diritto al cosiddetto Bonus mobili ed elettrodomestici e per quali acquisti. Già con la circolare n. 29/E, emessa dall’Agenzia delle Entrate il 18 settembre 2013, sono stati forniti esempi di mobili su cui si può richiedere la detrazione al 50%, prevista dagli incentivi statali messi a disposizione del contribuente con il Dl 63/2013. Particolare attenzione, la guida la riserva alle date di inizio lavori/acquisto di mobili ed elettrodomestici che consentono di accedere all’agevolazione: “per ottenere il bonus – si legge – è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile. La data di avvio dei lavori può essere dimostrata da eventuali abilitazioni amministrative, dalla comunicazione preventiva all’Asl, quando la stessa è obbligatoria. Per gli interventi che non necessitano di comunicazioni o titoli abilitativi, è sufficiente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà”.

Scarica la Guida bonus mobili ed elettrodomestici.

 



Valutazione utente: 0 (0 voti)

Lascia un Commento